La sedia della felicità, la fiaba grottesca del Nord Est di Mazzacurati

La sedia della felicità: tre personaggi improbabili e bizzarramente assortiti, uniti da un unico obiettivo: recuperare un tesoro che garantirà loro la ricchezza … e una svolta nella vita. Questa, in breve, la storia… Continue reading

Minori e carcere/La vita ricomincia da una foto

Sguardi fuori campo, cambiare punto di vista per “mettere a fuoco”. Trenta ragazzi ospitati dalla Comunità Pubblica di Lecce hanno realizzato i lavori in mostra nel capoluogo salentino Il carcere è un’esperienza che… Continue reading

Another year, l’incerta bellezza delle stagioni (della vita)

In che modo ci trasforma il tempo che attraversiamo? Quanti cambiamenti possono susseguirsi in un anno? In Another year (2010), del regista inglese Mike Leigh, assistiamo allo scorrere della vita di un gruppo… Continue reading

Liebster Award 2014

Da che ho memoria di me, sono una cinefila compulsiva. Sin dall’adolescenza divoro i film (apparentemente) più improbabili e/o “fuori moda” spinta probabilmente dalla fame di storie, umanità, emozioni. Mi piace “spiluccare” e… Continue reading

Creatività crossmediale/L´arte “espansa” di Macagnino

Il ruolo dell’arte contemporanea nella società è spesso alquanto “scomodo”: due tra le più frequenti obiezioni che le vengono mosse sono infatti la cripticità dei messaggi veicolati e il ricorso alla provocazione come… Continue reading

Hotel Valentine, speziata e succosa macedonia musicale made in Japan

«Non c’è posto al mondo che io ami più della cucina. Non importa dove si trova, com’è fatta: purchè sia una cucina, un posto dove si fa da mangiare, io sto bene. Se… Continue reading

Miss Violence, autopsia dell’orrore familiare

Angeliki ha un bel vestito giallo e intorno tutta la sua famiglia. Oggi sarà la principessa di casa, dato che è il suo undicesimo compleanno … qualcosa fa però pensare che la sua… Continue reading

Veganesimo/Nella Tana dell´Orto

Ci sono scelte radicali. Scelte che, una volta intraprese, aprono una nuova stagione della propria esistenza, colorandola di un senso completamente diverso e segnando un modo altro di stare al mondo e rapportarsi… Continue reading

Nymphomaniac, tra sacralità della carne e mediocrità umana

“Forse l’unica differenza tra me e gli altri è che io ho preteso di più dal tramonto, colori più spettacolari quando il sole arriva all’orizzonte, forse è questo il mio unico peccato”. Sceglie… Continue reading

Austenland … quando la finzione diventa realtà, comincia l’incubo

Immedesimarsi in un romanzo al punto da plasmare la propria esistenza a immagine e somiglianza di questo, perdendo il senso della realtà e la consapevolezza di ciò che si è. Per quanto possa… Continue reading